PDF Stampa E-mail
Il rilevamento Il censimento Il sopralluogo Il rilievo GPS
Il rilievo celerimetrico Il rilievo laser Scanner 3D Il rilievo di dettaglio Le operazioni di laboratorio

Si è proceduto a materializzare una rete di punti stabili di riferimento (PSR) di coordinate note a cui appoggiare il successivo rilievo di dettaglio.

La rete composta da 13 punti, materializzati da chiodi di acciaio piantati nella pavimentazione stradale, è stata misurata con metodologa GPS in modalità Fast Static (statico veloce) che permette, rispetto alla modalità Statica dove bisogna stazionare sul punto da 1 a 4 ore, di ridurre i tempi di occupazione a 8 - 20 minuti per punto.

La precisione ottenibile (centimetrica), è sicuramente inferiore a quella del rilievo statico (sub-centimetrica) e la lunghezza delle basi deve essere inferiore a 15/20 chilometri, però, assicura una maggiore produttività.

I dati acquisiti con i ricevitori GPS in modalità statica veloce sono stati elaborati mediante un idoneo software di post-elaborazione per ottenere le coordinate dei punti rilevati.

Il software elabora i dati registrati dai vari ricevitori ed ottiene le coordinate dei punti rilevati riferite al sistema WGS84, è stato quindi necessario convertite le coordinate ottenute nel sistema Gauss-Boaga che è il sistema cartografico prescelto utilizzato nel GIS.

I punti materializzati, per ognuno dei quali  è stata realizzata una accurata monografia consultabile in qualsiasi momento all’interno del GIS, costituiscono una rete utile a chiunque in futuro per ulteriori rilievi di dettaglio.